Castello di Rovereto

Si erge imponente su una rupe della riva destra del Leno, là dove il torrente fa il suo ingresso nella valle dell’Adige.

La sua struttura attuale la deve alle opere realizzate dai Veneziani attorno al XV secolo. La forma pentagonale ed i quattro imponenti bastioni angolari, rivelando le sue prevalenti funzioni militari, fanno del castello uno dei migliori esempi di fortificazione alpina tardomedievale.

Eretto dai nobili di Castelbarco nel XIV secolo, fu ceduto agli Asburgo nel 1509. Nell’Ottocento venne utilizzato come ricovero di mendicità, casa di pena e dal 1859 al 1918, come sede di due compagnie del 3° reggimento Kaiserjäger. Nel corso della Grande Guerra il castello e anche la città, rimasti in mano austriaca, furono sottoposti a pesanti bombardamenti da parte dell’artiglieria italiana.

Dal 1921 il maniero ospita il Museo Storico Italiano della Guerra articolato in trenta sale; un gioiello che merita una visita per la straordinaria collezione di reperti che ne fanno un museo unico in tutta l’Italia.

Per informazioni:
Museo storico italiano della guerra
Via Castelbarco, 7
38068 Rovereto (TN)
tel.: +39 0464 438100
e-mail: info@museodellaguerra.it

Orari d’apertura museo
Martedì - domenica: dalle 10.00 alle 18.00
Giorno di chiusura: lunedì non festivi e il 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio.

Prezzo d’ingresso:
Intero: 7,00 euro (Dai 18 anni)
Ridotto: 5,00 euro
Bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni: 2,00 euro

Il percorso di visita si svolge all’interno del Castello e presenta barriere architettoniche. I visitatori con difficoltà motorie, se lo desiderano, possono prendere contatto con la Segreteria (+39 0464 438100) prima della visita per avere maggiori informazioni.

E’ consentito l’ingresso solo agli animali di piccola taglia tenuti in braccio o in apposito contenitore.

suggerimenti ed ulteriori informazioni